La nostra storia...

Salve a voi preziosi invitati al nostro banchetto. Tenteremo adesso, con le nostre gustose cibarie ed i nostri succosi vini, di lietarvi la giornata...

Ma desideriamo allietarvi l'attesa narrandovi in poche ma sincere parole, la novella originaria di tali mura e di ciò che origina la loro suggestione quasi... inconscia...

 

In partenza, curiosi invitati, la istoria narra che i vostri piedi si stanno poggiando sopra la pavimentata dell'antichissima Chiesa di Santa Apollinare a Firenze, situata nell'attuale piazza San Firenze a destra del Bargello. L'edificio originario risaliva al VI secolo, quando i bizantini la fondarono dedicandola al santo ravennate ad essi caro.

 

Il percorso di tale struttura, testimone, nel 1258, della decapitazione del cardinale Tesauro Beccaria nonche dello scontro tra guelfi e ghibellini; ha attraversato numerose epoche storiche, popoli e insidiatori, fino a quando nell'anno 1755 venne sconsacrata e, dopo radicali ristrutturazioni, adibita a carcere della Santa Inquisizione, sino al 1782, anno in cui divenne prigione per debitori.

 

Una volta soppresso anche il Tribunale del Santo Uffizio, i locali vennero ridotti a private abitazioni e solo in parte a una cappella protestante.

 

Tali mura si ereggono dal 1605 e, se ascoltate, sussurrano di storie, di avventure, di uomini vinti e vincitori; di preghiera e di penitenza; di torture, misteri, intrighi ed anche di passione, coscienza e speranza.

 

Adesso anche voi siete iscritti in tale storia...

 

Quindi vi preghiamo sinceramente di solcare l'entrata delle nostre mura con discrezione, ma con gioia e con l'intento di lasciare i pensieri in strada, e abbandonarsi alle cure ed alle delizie dei nostri osti.

 

Signori, siete qui per peccare, e allora: peccate! Non vi è miglior luogo a tale scopo.

 

Un luogo sconsacrato, punito dall'autentica inquisizione, adesso non aspetta altro che colmarsi dei vostri peccati. E noi siam qui per questo!

 

I primi peccatori